enzima naturale

Utilizzo di enzimi organici

enzima naturale

Gli enzimi sono catalizzatori biologici fatti di prodotti naturali puramente organici e il loro dosaggio massimo per la stabilizzazione dei terreni nella costruzione di strade è di 50 ppm (parti per milione), in relazione al volume del materiale da stabilizzare, allo scopo di evitare rischi per il personale e per le attrezzature o scongiurare danni ambientali.

 

Questa applicazione non richiede personale specializzato o attrezzature specifiche. Grazie alla sua alta concentrazione e al basso dosaggio può essere facilmente distribuita e gestita in piccole quantità. Inoltre, non essendo tossica, non emette vapori, non è infiammabile e può essere trasportata e conservata facilmente.

 

Il concetto di strati stabilizzati con additivi multienzimatici si riferisce alla reazione con particelle fini presenti nella grana, specialmente se di argilla. Gli enzimi agiscono sulle proprietà ioniche delle particelle plastiche fini, producendo un’azione cementificatrice e di amalgama dei materiali granulari presenti molto efficace, formando quindi uno strato di compattazione sostanzialmente impermeabile.

Applicazioni dell'enzima naturale

Gli strati stabilizzati possono essere aperti al traffico non appena il processo di applicazione è stato completato e il manto stradale presenta un’adeguata capacità di aderenza e fino a quando non sia ritenuta necessaria una nuova applicazione.

Materiali dell'enzima naturale

  • Terreno e materiali di riempimento. Questa tecnologia consente di lavorare sulle materie prime, specialmente quelle con particelle fini oltre le 200 mesh e ad alta plasticità (argilla); è tuttavia consigliabile, ove possibile, migliorare la qualità della grana, per il semplice fatto che migliori materiali producono risultati migliori. Anche quando sarà necessario utilizzare materiali di risparmio per migliorare la grana o rimpiazzare materiale perduto, il prodotto soddisferà a pieno le aspettative.
  • Additivo enzimatico. L’additivo enzimatico da utilizzare dovrà avere massimi dosaggi e prestazioni specifici
  • Acqua. La fornitura di acqua utilizzata per l’implementazione della miscela multienzimatica e per ottenere il livello di umidità ideale per la compattazione può provenire da qualsiasi sorgente

Attrezzature per la posa dell'enzima naturale

  • Motolivellatrice. - Per scarificare, omogeneizzare e posizionare i materiali.
  • Autobotte. - Per una distribuzione omogenea della soluzione enzimatica e per ottenere il livello ideale di umidità per la compattazione.
  • Compattatore. - Qualsiasi mezzo per la compattazione, anche se è preferibile usare mezzi specifici per questo tipo di materiali.

 

Processo di applicazione

Il processo di applicazione include le seguenti attività:

  • Scarificazione. La scarificazione viene effettuata a una profondità di 5-10 pollici (circa 13-26 cm), con l’obiettivo di verificare le condizioni del materiale e dell’umidità apparente del terreno.
  • Applicazione dell’additivo multienzimatico. La soluzione dev’essere applicata il più uniformemente possibile seguendo le indicazioni del produttore. Questa va diluita in acqua per ottenere la giusta umidità, sufficientemente bassa per essere distribuita nell’intera sezione. Nel caso in cui il livello di umidità sia vicino o superiore a quello ottimale, si raccomanda di applicare l’additivo con la quantità minima di acqua (un litro per metro quadrato), aggiungendone altra senza additivo qualora occorra aumentare il livello di umidità in certe sezioni.
  • Omogeneizzazione. Una volta aggiunta la soluzione stabilizzante, il processo di scarificazione è ripetuto a una profondità di 15-20 cm per almeno tre volte. Questo per fare sì che la soluzione penetri meglio e per omogeneizzare l’umidità, dal momento che l’azione dell’additivo multienzimatico rende il processo più efficiente e permette di lavorare il materiale più a lungo. Ciò facilità il traffico continuo di veicoli durante il lavoro, specialmente in casi in cui non è possibile deviarlo. Inoltre, l’effetto sullo strato sottostante, che solitamente avviene quando l’omogeneizzazione dell’umidità agisce nella procedura, riduce il rischio di alterazioni.
  • Compattazione. Non essendo possibile compattare senza aver cancellato le tracce lasciate dalla procedura di scarificazione, sarà necessario sollevare il materiale almeno una volta; questo servirà anche a confermare che è stato raggiunto il livello ottimale di umidità per compattare e plasmare la superficie della strada in modo da ottimizzarne il drenaggio. L’azione dell’additivo multienzimatico per la compattazione e la stabilizzazione del terreno favorisce notevolmente questo processo. La compattazione risulterà semplice indipendentemente dalle attrezzature utilizzate. Si raccomanda di analizzare prima le sezioni per stabilire il numero ottimale di movimenti del compattatore.

 

 

 

 

PERMA-ZYME ENZIMA NATURALE | SNC, Localita' Piria - 15078 Rocca Grimalda (AL) - Italia | P.I. 01992130060 | Tel. +39 0143 46592 | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite